TERRA NEXT

Il primo acceleratore dedicato alla bioeconomia

Ottobre 2022: conclusa la pima edizione del programma con il demoday

Nella prestigiosa cornice della Apple Academy, all’interno del complesso universitario di San Giovanni a Teduccio a Napoli si è svolto l’11 ottobre il Demoday di Terra next. Davanti ad una nutrita platea in presenza e in streaming, le 8 startup hanno fatto i loro pitch, presentando la loro soluzione innovativa a investitori e aziende dell’ecosistema.

La prima edizione aveva selezionato a giugno 8 realtà operanti nei segmenti Nutraceutica, Soluzioni biobased e Agricoltura rigenerativa. Durante il demoday DND Biotech, Exo Lab Italia, FitNEes, Galatea Biotech, Iodo, Relicta, Sestre e Tomapaint, questi i nomi delle otto
finaliste, hanno potuto dimostrare la loro maturazione grazie all’accelerazione ricevuta e illustrare i loro progetti per il futuro.

Giugno 2022: selezionate le 8 startup per la prima edizione del programma con base a Napoli

Le 8 realtà innovative operanti nei settori della nutraceutica, soluzioni bio-based e agricoltura rigenerativa, a partire dal 20 giugno partecipano alla prima edizione di Terra Next, il programma di accelerazione per startup e PMI innovative operanti nel settore della bioeconomia, che si svolge nel Campus di S. Giovanni Teduccio a Napoli.  Nel corso del Selection Day del 27 maggio si erano presentate all’arena di investitori, promotori e partner, le 10 startup finaliste. La call4startup era stata lanciata a febbraio e in un mese e mezzo di apertura aveva superato le aspettative raccogliendo oltre 120 candidature da tutto il mondo.

Le tecnologie selezionate nel Selection Day spaziano da servizi di biorisanamento a sistemi nanotecnologici di delirery di principi attivi vegetali, dalle bioplastiche a nuovi materiali bio based per i più svariati ambiti industriali.

Un’alleanza importante per un settore in forte crescita

Terra Next fa parte della Rete Nazionale Acceleratori CDP, nasce su iniziativa di CDP Venture Capital insieme a Intesa Sanpaolo Innovation Center e Cariplo Factory che gestisce il programma. Questa sinergia vuole far crescere un settore già eccellenza del made in Italy, che vanta un valore della produzione di 317 miliardi di euro in Italia nel 2020. Con un valore aggiunto di 23,6 miliardi di euro, nel Mezzogiorno, la Bioeconomia rappresenta quasi un quarto del relativo dato nazionale ed il 6,7% dell’economia totale dell’area, rivelandosi quindi un settore ad elevata intensità di sviluppo per l’occupazione. 

L’obiettivo di Terra Next è quello di accelerare competenze imprenditoriali e creare sinergie con attori industriali: hanno già aderito al programma importanti realtà del territorio campano e italiano, come Pastificio Garofalo, Nestlé, Novamont e Getra.  

 

3 anni per far crescere 30 startup italiane 

Con una dotazione iniziale di circa 3,8 milioni di euro stanziati dal Fondo Acceleratori di CDP Venture Capital oltre a circa 1,3 milioni di euro stanziati da Intesa Sanpaolo Innovation Center e i partners, Terra Next è progettato su un asse temporale di 3 anni. Ogni anno verrà lanciato un percorso di accelerazione di 12 settimane con base a Napoli, nel quale le startup selezionate (fino a 30 nell’arco dei 3 anni), avranno l’opportunità di crescere attraverso mentorship, formazione, networking e momenti di approfondimento frontale dedicati al consolidamento della value proposition e del modello di business, alla validazione tecnica e alla prototipazione delle soluzioni, al supporto al go-to-market e al fundraising.